Come Migliorare la propria Autostima – Dieci Consigli



autostimaL’autostima è cresciuta con noi fin dall’infanzia e dalla giovinezza e continua a farlo, ma le critiche costanti provenienti dalla famiglia, dagli amici, dalla società in generale ci hanno piano piano spogliato di questo sentimento. La buona opinione che si ha di se stessi è fondamentale per raggiungere un buon equilibrio. Purtroppo però spesso questo sentimento viene messo a dura prova dalle sfide quotidiane della vita e tendiamo a lasciarlo andare via.

Come si fa a migliorare la propria autostima in modo pratico? Cosa possiamo fare per ricostruire il feeling con qualcosa che magari un tempo ci apparteneva? Oggi vorrei condividere dieci dei consigli migliori che ho elaborato per preservare, incrementare e mettere a riparo la nostra autostima dalle intemperie quotidiane. Prima però partiamo da una domanda:

Perché è così importante mantenerla alta?

  • Perchè la vita diventa più semplice e leggera: quando ti piaci ed ami te stesso le cose semplicemente diventano più facili. Non ti farai abbattere dal primo ostacolo.
  • Avrete più stabilità interiore: quando siete soddisfatti di voi stessi non cercherete costantemente l’approvazione e l’attenzione degli altri. Quando si è emotivamente meno bisognosi dell’ “affetto” altrui, la vita emozionale diventa più stabile, non sarà più una giostra in balia di eventi.
  • Niente autoflagellazione: il nostro peggior nemico siamo noi stessi. Sono i pensieri negativi che si autogenerano quelli che condizionano la nostra vita. Quando si raggiunge una buona autostima di sè, non si ha più paura di sbagliare come una volta e si passa all’azione.
  • Sarete più attraenti nelle vostre relazioni: è chiaro che la sicurezza che si ottiene si rifletterà anche nelle relazioni emotive verso il proprio o potenziale partner, ma comunque in generale in tutte le relazioni interpersonali.
  • Sarete felici: è una conclusione banale, ma è così. Siamo tutti alla ricerca del “Graal” della felicità, sul cui significato potremmo starne a parlare delle ore. Avere una maggiore autostima porterà semplicemente benessere e serenità.

sorriso

I Dieci Consigli per aumentare l’Autostima


1. Fate tacere il vostro critico interiore.

Una buona pratica per iniziare ad innalzare la vostra autostima è sicuramente quella di imparare a gestire la nostra voce interna. Abbiamo tutti un critico interiore. Questa vocina sussurra o grida pensieri distruttivi nella vostra mente. Pensieri come:

  • Sono pigro, non combinerò nulla di buono.
  • Non sono capace, non valgo nulla nel mio lavoro e presto se ne accorgerammo cacciandomi via.
  • Sono peggio o più brutto della mia amica / collega / partner.

Non dovete accettarlo. Ci sono modi per minimizzare quella voce e di sostituirla con pensieri positivi. Delle volte è semplice, basta imporsi di dire “STOP”. Oppure associare un’immagine o sensazione di fastidio al pensiero negativo. Ciò vi farà costringere a cambiare comportamento. Rimettete poi a fuoco i vostri pensieri concentrandovi su qualcosa di più costruttivo. Come pianificare ciò che si vuole mangiare per cena o la vostra tattica per la partita di calcetto o tennis che andrete a giocare la prossima volta.


2. Assumete Abitudini di vita più sane per le vostre motivazioni.

Per annullare il critico interiore motivate voi stessi ad agire per aumentare la vostra autostima, quindi:

  • Ricordatevi dei vantaggi che otterrete: un modo semplice ma efficace per motivare se stessi è quello di annotare i benefici che si otterranno al raggiungimento di questo obiettivo.
    Come per esempio stare e vedersi in una forma migliore e di conseguenza avere più energia per i vostri bambini e per le persone vicino a voi. Oppure guadagnare di più grazie ad un progetto che avete in mente o di viaggiare con l’amore della vostra vita, sperimentando cose nuove insieme.
    Quando l’elenco è fatto, scritto su un foglietto, tenetelo da parte e tiratelo fuori ogni giorno per leggerlo, mandarlo a mente, oppure appuntatelo sul frigorifero per vederlo e ricordarvi l’emozione che vi generano quei vantaggi.
  • Ridefinite quello che veramente vi piace fare: quando avete davvero voglia di fare qualcosa, allora la motivazione viene abbastanza automatica. Focalizzate il vostro obiettivo, visualizzate l’attività che vi fa stare bene e realizzatela. Se perdete la motivazione chiedetevi: “sto facendo quello che voglio veramente?“ Se non fosse così rimettete a fuoco l’obiettivo e iniziare a lavorare su quella cosa.


3. Prendere una pausa di auto-apprezzamento di 2 minuti.

Questa è un’abitudine molto semplice e divertente, bastano due minuti al giorno per ogni giorno del mese. Ecco cosa dovete fare:

  • respirate profondamente e ponetevi questa domanda: quali sono tre cose che apprezzo di me? Alcuni esempi che mi sono tornati in mente riguardo la mia persona sono:
    -sono capace di aiutare le persone attraverso quello che scrivo e con i miei corsi;
    -posso farli riflettere lasciandoli liberi dai loro problemi per un po’;
    -ho molta premura nei confronti delle persone che vorrei aiutare.

Come vedete non si tratta di grandi cose. Ascoltati per due minuti. Rilassati e pensa alle tue qualità, qualcosa uscirà fuori. Queste brevi pause contribuiscono a costruire l’autostima nel lungo periodo, ma possono anche trasformare uno stato d’animo negativo in uno positivo dando piena energia.

4. Annotare 3 cose su di te che possono essere apprezzate.

E’ una variante del punto 3 che aiuta a fortificare l’abitudine al pensiero positivo su se stessi. Questa volta scrivetele su un diario alla sera, prima di andare a dormire. Dopo un paio di settimane rileggetele, otterrete una spinta emotiva in più per rinforzare la vostra autostima.


5. Fare la cosa giusta.

Quando agite facendo la cosa che ritenete più giusta alzerete la vostra autostima. Potrebbe essere una cosa piccola come alzarsi dal divano e andare in palestra.Potrebbe essere la “comprensione” invece che il “giudizio” su una situazione o persona. Oppure lo smettere di sentirsi dispiaciuti per se stessi e concentrarsi sulle opportunità che la vita può offrirvi.

Non è però sempre facile decidere quale sia la cosa giusta da fare, mantenere però un focus su di essa e farla nel miglior modo possibile fa una grande differenza, sia nei risultati che otterrete, sia in quello che penserete di voi stessi.

Un suggerimento che rende più facile la decisione corretta è fare qualche “azione” nelle prime ore del giorno, basta poco: un complimento fatto a qualcuno, un compito semplice da svolgere. L’azione stimola l’azione, avrete più tempo durante la giornate di fare tante altre cose.


6.  Il perfezionismo non esiste.

Non c’è cosa più distruttiva del perfezionismo nel percorso del raggiungimento dell’ autostima. Vi paralizzerete e non farete nulla se avete come termine di paragone dei finti modelli. Mettete da parte la tv, i giornali, internet. I modelli di successo che ci propinano vanno bene per le storie raccontate al cinema ed in tv. La vita reale è altra, fatta di piccole cose e di grandi sfide.

Come si può superare il perfezionismo?

Un paio di cose:

  • E’abbastanza buono: se si mira alla perfezione di solito un progetto non verrà mai terminato ed invece è importante portarlo a compimento. Quello che per voi potrebbe essere insufficiente per altri magari è buono, discreto, ottimo. Ognuno di noi giudica in maniera differente e solitamente chi manca di autostima si sottovaluta.
  • Il mito della perfezione non ci appartiene: senza scomodare la religione, è abbastanza semplice capire che umanamente non raggiungeremo mai la perfezione.

7. Trattare gli errori ed i fallimenti in modo più positivo, come qualcosa da cui imparare.

Se si va al di fuori della propria “zona di comfort”, se si tenta di realizzare qualcosa che è veramente significativo spesso si inciampa e si cade. E’ normale, ma bisogna per forza passarci. Quando inciampate ricordate che:

  • siete voi il vostro migliore amico: invece di fare la gara con voi stessi chiedetevi:  ”come mi sosterrebbe un mio amico / genitore?” Parlate a voi stessi come avrebbe fatto lui. Ciò vi impedisce di cadere in un pozzo di disperazione e vi aiuterà ad essere più costruttivi dopo il primo dolore iniziale dovuto ad un errore.
  • Rialzatevi. Un altro modo per essere più costruttivi in questo tipo di situazione è quello di concentrarsi sull’ ottimismo e le opportunità che possono derivare dal fallimento. Quindi chiedetevi: che cosa imparo dalla caduta? E qual’ è l’ opportunità che posso trovare in questa situazione? Questo vi aiuterà a cambiare il vostro punto di vista e, auspicabilmente, a non ripetere lo stesso errore.


8. Essere più gentile verso gli altri.

Quando si è più gentili nei confronti del prossimo si tende a costruire un pensiero più gentile anche nei confronti di se stessi. Il modo di trattare gli altri sarà anche il modo con cui tenderemo a trattarci nel lungo periodo, con indulgenza e serenità.

Possiamo ad esempio:

  • Ascoltare gli sfoghi di qualcuno con pazienza.
  • Rendersi disponibili ad una serata di confidenze.
  • Salutare con calore un conoscente e fermarsi a parlare con lui.
  • Incoraggiare un amico o un membro della famiglia quando sono incerti o demotivati.

9. Fate qualcosa di nuovo.

Quando si fà qualcosa di nuovo, quando si sfida se stessi, si esce ancora una volta dalla propria zona di comfort e la capacità di autoapprezzamento sale. Si è soddisfatti di aver realizzato qualcosa di nuovo superando i propri limiti.

Uscite dalla vostra zona di comfort regolarmente. Non aspettatevi nulla, dite solo a voi stessi che state facendo  qualcosa, e qualcosa di nuovo, state sicuri, arriverà. Difficilmente qualcuno vi verrà a bussare alla porta di casa per proporvi cose belle , dovete uscire di casa.

10. Smettere di cadere nella trappola del confronto.

Quando confrontate la vostra vita con quella degli altri state costruendo un’ abitudine distruttiva. Non si può sempre vincere. Ci sarà sempre nel mondo qualcuno che avrà più di voi, sarà meglio di voi, sarà più capace di voi. o si troverà davanti a voi. Quindi sostituite questa abitudine con qualcosa di meglio.

Guardate la strada che avete percorso finora invece. Confrontate voi stessi rispetto al passato. Concentratevi sulla vostra persona, sui risultati fin qui ottenuti e su come li avete migliorati. Questo esercizio vi motiverà e contribuirà ad aumentare la vostra autostima.

 “Se non ti piace qualcosa, cambialo. Se noi puoi cambiarlo, cambia il tuo atteggiamento. Non lamentarti“. Cit. Maya Angelou.

Se ti è piaciuto Condividi...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.