Come risparmiare sul carburante, benzina-diesel-gpl-metano



Risparmiare sul carburante (benzina, diesel, gpl o metano) è importantissimo visto che ormai la spesa per i trasporti è diventata una voce importante che pesa sui conti di fine mese. Senza soffermarsi in maniera particolare sull’ importanza della messa a punto dell’ auto (gonfiaggio dei pneumatici, cambio dei filtri del motore, in particolare quello dell’ aria) diamo un’occhiata a come risparmiare sulla benzina, nafta, gpl e metano attraverso Internet.

risparmiarebenzina

Prima di prendere l’auto andiamo a visitare prezzibenzina.it, un ottimo sito in cui confrontare tutti i prezzi dei carburanti in Italia. Con l’ausilio delle mappe di Google possiamo organizzare il nostro viaggio e programmare le fermate dal benzinaio in base al miglior prezzo.

Dove costa di meno la benzina in Italia

La zona in cui si risparmia tantissimo è quella di Livigno in provincia di Sondrio, dove un litro di super verde costa circa un euro, poi ci sono e zone confinanti con l’Austria e con la Slovenia.

Teniamo conto anche di una cosa: durante il weekend alcune pompe di benzina aumentano i prezzi, che carini eh, invece se facciamo il selfservice risparmiamo anche 5 centesimi al litro. Risparmi pure per il rifornimento durante la chiusura della pompa: dopo le 19.30 oppure nella pausa pranzo, ove prevista. Per quel che riguarda le regioni, come prezzi, i più bassi mediamente sono in Emilia Romagna, Umbria, Toscana, le cosiddette zone rosse, una stra coincidenza.

I grandi ipermercati sono scesi in campo ed hanno aperto distributori di benzina vicino agli ipermercati, si risparmia parecchio, anche il 10%. I principali competitor sono Coop (ha venduto recentemente le stazioni a VEGA CARBURANTI), e Conad. Ci sono poi le pompe di benzina di Auchan e quelle di Carrefour.

Se viaggiamo in Europa controlliamo i prezzi migliori del carburante per Spagna sul sito del ministero del turismo spagnolo oppure utilizzando questa app per Android che indica il miglior prezo al distributore vicino a voi.

In Francia sul sito del ministero dell’ economia francese, in Belgio su CARBU.BE mentre se viaggiate in Usa ed in Canada non perdetevi i consigli di GASBUDDY. Vi voglio ancora ricordare che una autoveicolo a metano a parità di chilometri percorsi risparmia circa il 60% di carburante rispetto alla benzina, il gpl il 40% ed il diesel il 20%, ovviamente sono numeri arrotondati, molto dipende da cilindrata e modello di autovettura.

Trucchi per risparmiare sulla benzina

Resta aerodinamico

La resistenza al vento aumenta il consumo di carburante. Cerca di tenere i finestrini chiusi ad alte velocità e di rimuovere i portabagagli e le scatole sul tetto quando non sono necessari. La rimozione del portapacchi sul tetto può far risparmiare fino al 20% di carburante in un anno.

Rallenta

Secondo l’Aci, scendere da 120 Kmh a 100 Kmh potrebbe farti risparmiare fino al 20% di carburante. Se sei su strade più piccole, il rallentamento da 100 Kmh a 80 Kmh potrebbe farvi risparmiare un altro 10%.

Manutenzione

Fai regolare manutenzione alla tua auto per mantenere l’efficienza del motore e assicurati di utilizzare l’olio motore corretto (consulta il manuale dell’ auto).

Guida sensata

Cerca di conoscere la strada da percorrere, anticipando le azioni di altri conducenti e potenziali pericoli. Meno frenata e accelerazione, minore è il consumo di carburante. Ad esempio, guidare senza intoppi nel traffico pesante ed evitare di guidare veloce per raggiungere l’auto davanti, quindi dover frenare.

Abbassa i giri

Alcuni automobilisti fanno arrivare il motore a 3.000 al minuto giri al minuto (auto a benzina) e 2.500 (diesel) prima di cambiare marcia. E’ sbagliato e fa consumare un sacco di carburane in piú, l’ideale è non superare i 2000 giri al minuto per diesel e 2300 benzina. Usa marce alte come la quinta e la sesta marcia, prima possibile.

Cura le gomme

I pneumatici ben curati sono essenziali per una guida sicura ed economica. Controllare regolarmente la pressione dei pneumatici (specialmente prima di un viaggio in autostrada). Pneumatici gonfiati correttamente possono migliorare il consumo di carburante fino al 2%.

Ridurre il peso

Un’auto più leggera consumerà meno carburante, quindi non guidare con oggetti inutili nel bagagliaio, a meno che non siate in viaggio, considerate di far girare il serbatoio del carburante a metà o meno.

Evita frenata e accelerazione

Frenare forte, accelerare, poi frenare per il successivo dosso di velocità o incrocio è inefficiente e consuma carburante extra. Prova invece a guidare a una velocità costante senza brusche accelerate e frenate.

Aria condizionata

L’aria condizionata aumenta il consumo di carburante, specialmente a basse velocità.

Lascia la macchina

Sembra ovvio, ma il modo più semplice per risparmiare sui costi del carburante è quello di tagliare sull’uso della tua auto: prova a camminare, in bicicletta o con i mezzi pubblici per i viaggi più brevi o il car sharing per i tuoi spostamenti.

Automobili a basso consumo

quali sono le auto che consumano di meno? Abbiamo fatto delle ricerche su internet individuando quelle meno voraci di carburante. Lasciando da parte le auto elettriche abbiamo realizzato questa classifica. Ovviamente ci riferiamo i dati forniti dalle case automobilistiche.

  1. Toyota Aygo 1.0 VVT-i 69 Cv 18,1 Km/l
  2. Suzuki Baleno 1.2 Dualjet 17,8 Km/l
  3. Mazda 2 1.5 90 Cv 17,4 Km/l
  4. Suzuki Celerio 1.0 17,3 Km/l
  5. Smart Fortwo 70 17 Km/l
Se ti è piaciuto Condividi...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

2 Risposte

  1. Perry ha detto:

    Non e’errato 1 centesimo di euro,0,5 centesimi di euro

  2. Gianluca ha detto:

    SE esistesse una tecnologia seria e collaudata per risparmiare sul carburante,secondo voi potrebbe essere interessante?
    Se la vs risposta è si,contattatemi che vi dirò come fare
    Gianluca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.