Costruirsi Casa da Soli con 200 euro

Chissà se Michael Buck paga la Tasi sulla sua casa autocostruita con soli 200 euro di materiale. Potrebbe essere considerata seconda casa e allora ci sarebbe da versare l’Imu, piú la tassa sui rifiuti. Non conosco la tassazione in Inghilterra, quello che ho capito è che questo tizio è riuscito a costruirsi una deliziosa abitazione utilizzando materiale riciclato e di risulta spendendo praticamente nulla.

Si chiama “cob cottage” ed è stata realizzata in Inghilterra, a Deddington nella campagna dell’ Oxfordshire, non molto distante da Londra. Colui che è riuscito nell’impresa si chiama appunto Michael Buck ed è un professore di 59 anni. Questo ingegnoso architetto non ha fatto altro che andarsi a vedere un po’ di vecchi libri sulla costruzione di case, anche noi possiamo farlo, ad esempio c’è questo Libro sulla Casa Ecologica. Il Cob Cottage infatti è un’abitazione già presente nella preistoria la cui realizzazione ha conosciuto una grande espansione nel 1600 ed è ancora presente in alcune zone dell’Afghanistan.

casa_autocostruita

I muri, che poggiano su delle fondamenta in pietra, sono costruiti assemblando una mistura di acqua, argilla, paglia, sabbia e terra e sono spessi circa 24 pollici (61 cm) di spessore. Le mura così spesse forniscono un eccezionale isolamento termico, riescono a mantenere la casa calda in inverno e fresca d’estate. Il tetto è stato realizzato in paglia ed i travetti interni sono stati ricavati da alberi in pioppo che Michael aveva piantato 8 anni prima. Il terreno dove sorge la casa ovviamente è suo. Il cob dura a lungo ed è resistente anche ai climi piovosi tipici della zona inglese. Insomma questa casa può durare a lungo.

cottage
All’interno troviamo un frigorifero realizzato scavando nel terreno in profondità, dove la temperatura è piú bassa in estate, non aspettiamoci temperature prossime allo zero.  La corrente è garantita da un sistema con pale che sfrutta il passaggio dell’ acqua di un torrente, noi avremmo optato per un piccolo impianto fotovoltaico. In inverno viene usata una stufa a legno per generare calore mentre il bagno si trova in una zona separata all’esterno. Anche la cucina è a legna, è presente però un sistema a gas che permette di essere autonomi per qualsiasi emergenza.

cottage2

Le finestre sono state recuperate in discarica, così come le porte mentre le pareti sono state dipinte con un mix di resina e gesso. “Credo nell’ idea che le case non debbano costare così tanto. Devi avere soltanto un terreno per costruirlo e tanta buona volontà“, ha detto Michael che ha approfittato di una specifica legge inglese che per alcuni tipi di abitazione permette di costruire senza licenza. La casa è costata in tutto 200 euro, per il resto il materiale è stato fornito dalla natura e preso in discarica. Noi qui invece siamo una vita a lavorare per pagare un mutuo mentre è così palese come si possa risparmiare sulla casa e non pagare centinaia di miglia di euro. Un vecchio detto diceva produci, consuma, crepa ed è quello che facciamo tutti i giorni. E’ ora di riconsiderare un po’ di cose, voi che ne pensate?

Se ti è piaciuto Condividi...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Una risposta

  1. sergio ha detto:

    bisogna avere il coraggio di vivere da soli non penso che sia possibile trovare una dona pronta c condividere una selta cosi autonoma ,ad ogni modo il mio bravo al costruttore sergio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.