Dove Investire 5000 euro nel 2017



In momenti di crisi come questi, le persone fanno fatica ad arrivare a fine mese, figuriamoci se hanno anche la possibilità di mettere dei soldi da parte. Per tutti coloro che comunque ce la dovessero fare e cercano consigli su dove e come investire una piccola somma, 5000 euro, oggi voglio darvi il mio parere. Per carità, di finanza ho le stesse conoscenze dell’ uomo medio, però mi sono poste alcune domande. Lasciando stare gli investimenti speculativi ad alto rischio, quelli che vi promettono ritorni a due cifre annuali, ci sono buone opportunità per dormire la notte tranquilli aspettando di poter recuperare l’investimento iniziale e guadagnandoci qualcosa sopra.

Tornerò quindi di nuovo a parlare del fotovoltaico che pure per il 2017 presenta delle buone prospettive. Anche perchè investimenti a lungo termine, di questo parliamo, tranquilli e che possano offrire una buona redditività non ce ne sono.  Pensiamo ai conti deposito, considerati a basso rischio, offrono rendimenti netti a 2 anni dell’ 1-1,5%. Senza considerare che diverse banche promotrici sono commissariate o si sono salvate dal fallimenti come ad esempio Banca Marche con Deposito Sicuro.

Qualcuno ha pensato di ritornare ad investire nell’ acquisto di una casa per affittarla visto che i prezzi del mercato immobiliare sono scesi. Ma non bastano ovviamente 5000 euro. Se volete rischiare c’è la possibilità di decuplicare i soldi, ma ovviamente anche di perderli investendo in criptovalute, il Bitcoin ad esempio.

investimento fotovoltaico

investire e avere guadagni del 20% annuo col fotovoltaico

 

Se vogliamo un 2 percento netto con titoli di stato invece dobbiamo spostare i nostri orizzonti a 10 anni con BTP 2025. Insomma, con un’inflazione ed un costo del denaro quasi azzerato, i nostri risparmi in banca perdono valore visto che paghiamo pure i bolli pari allo 0,2% delle somme totali depositate.

Come investire 5000 euro con un obiettivo di lungo termine

Vi avrei detto che sarei tornato a parlare di impianti fotovoltaici, la mia passione. Potrebbe essere la passione di chiunque perchè sapere di poter produrre elettricità dal sole, in maniera pulita, aiutando l’ambiente e a costo zero è qualcosa di incredibile.

Ho preso come riferimento 5000 euro perchè oggi con questo importo ci compriamo un impianto fotovoltaico da 3 Kwp . La pregiudiziale per utilizzarlo è che dobbiamo avere uno spazio dove installarlo e una casa in cui consumare l’energia prodotta. Per spazio intendiamo un tetto oppure il nostro giardino o pezzo di terra, l’importante è che non sia distante chilometri dall’ abitazione.

Ci vogliono circa 7-8 mq di spazio per Kilowatt per installare i moduli, quindi per 3 Kw una cosa come 22-25 mq. Con un impianto del genere possiamo pensare di produrre 3200-3600 kilowatt l’anno in nord Italia, 3600-4000 in centro Italia e 4000-4500 al Sud. Tutto ciò dipende dai moduli che abbiamo deciso di installare, quelli di marche come Sunpower e Panasonic hanno efficienze del 20%. Significa che sono in grado di produrre maggiore energia elettrica rispetto a quelli di marche come Trina, Yingli, Solsonica, Bosch che hanno medie da 15%. Ovviamente i moduli ad alto rendimento costano di più.

La produzione è influenzata soprattutto, come potete immaginare, dalla latitudine (distanza dall’equatore) in cui abitate, dalla zona climatica. Qui sotto c’è la mappa solare del nostro paese. Vedete le zone rosse intenso, ad esempio in Sicilia, lì si produce di più, ed è anche normale, c’è più sole. Se volete cimentarvi con questa applicazione potete calcolare il rendimento del vostro impianto. Mettete la potenza dell’impianto, città di appartenenza, inclinazione e una serie di altri dati tecnici ed avrete il rendimento annuale e diviso per mese, a luglio c’è il picco.

mappa-solare-italia

Quindi ricapitolando: per 5000 euro ci danno un impianto fotovoltaico in cui ci sono i moduli, l’inverter (trasforma la corrente prodotta da continua ad alternata), i cavi, i contatori, le staffe per il fissaggio dei moduli. Ovviamente ce lo montano e lo collaudano.

Il guadagno dell’ investimento

innanzitutto noi non spendiamo 5000 euro ma un po’ di meno. Per tutto il 2017 infatti possiamo godere delle detrazioni fiscali del 50%. Sono state prolungate con la legge di Bilancio.
Quindi 2500 euro le possiamo portare in detrazione, ovvero 250 euro l’anno per 10 anni. Quindi a noi quest’impianto ci costa 2500 euro, sempre che siamo percettori di reddito e quindi paghiamo le tasse!

Facciamo due calcoli:
mettiamo che produciamo 4000 Kw di energia elettrica l’anno e che un kilowatt lo paghiamo mediamente 15 centesimi di euro (ci siamo tenuti bassi) ai gestori come Acea, Enel, Hera, Edison ecc. Abbiamo prodotto 4000 x 0,15 = 600 euro. Quindi ogni anno noi RISPARMIAMO 600 euro sulla bolletta. In pratica in quattro anni noi abbiamo recuperato l’investimento!! Vi rendete conto?!

Dopodichè l’impianto ci produce sempre 600 euro l’anno e i pannelli fotovoltaici arrivano tranquillamente a produrre oltre i 30 anni, ovviamente ci sarà un degrado delle prestazioni. A 20 anni le case garantiscono l’80% dell’ efficienza iniziale.

Quindi 5000 euro investiti , che poi alla fine sono 2500 con il giochetto delle detrazioni, ci hanno dato un ritorno di più del 20% annuo, se mi sono sbagliato scrivetemi pure. L’energia durante il giorno dobbiamo ovviamente autoconsumarla, ma quella che “avanza” possiamo reimmetterla in rete, il gestore ci darà dei crediti per la notte (questo giochetto si chiama SCAMBIO SUL POSTO), quando la dovremo acquistare da lui, vedi articolo precedente.

Abbiamo parlato di 5000 euro, ma chi ha solo 10 mq a disposizione o 2000 euro da investire, può comprare un impianto più piccolo, da 1 o 2 KWp.

Avete capito ora dove investire i vostri soldi per avere guadagni annuali a due cifre?

Obiettivo di breve termine

se volete far lievitare in poco tempo il vostro capitale di 5000 euro dovete lanciarvi in qualcosa di altamente speculativo e, ovviamente, ad alto rischio. Potete anche raddoppiare il capitale nel giro di 24 ore, ma potete anche perderlo. La borsa è il luogo che fa per voi, ma soprattutto il FOREX. Ne abbiamo già parlato in un precedente articolo su come guadagnare col Forex. In poche parole fate delle scommesse sull’ apprezzamento o meno di una valuta monetaria, ad esempio dollaro, euro, sterlina. La LEVA vi permette di raddoppiare, ma anche triplicare la somma investita a fine giornata.


Se ti è piaciuto Condividi...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone

4 Risposte

  1. Massimo Antonini ha detto:

    Complimenti per l’articolo, molto esaustivo e chiaro. Ero interessato all’ installazione di un impianto solare Ibrido, di quelli che producono sia elettricità che acqua calda per uso sanitario, ma anche per il riscaldamento. Costa un po’ di più, ma ho in una soluzione tutti e due i sistemi. Volevo sapere se anche per questo tipo di impianto è prevista una facilitazione fiscale e grazie ancora

  2. Marco M. ha detto:

    Salve Carlo, ho a disposizione 3000 euro, al momento ho trovato un’ offerta per moduli cinesi, dovrei farcela ad acquistare un impianto da 2 Kw che a conti fatti dovrebbe farcela per il consumo della mia famiglia, siamo in due e viviamo a Bologna. La domanda è: posso installare ora 2 kw e successivamente incrementare la potenza con un altro Kw di moduli ed usufruire sempre delle detrazioni e dello scambio sul posto?
    grazie mille

  1. 22 gennaio 2016

    […] anche pensare di investire 5000 euro e realizzare un impianto fotovoltaico per la vostra casa avendo così gratis elettricità per il […]

  2. 9 febbraio 2017

    […] investire piccole somme: anche in questo caso ne abbiamo già parlato. Per avere 200 euro al mese, investendo cifre piccole dovete rischiare tantissimo, ad esempio giocando in borsa. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.