Investire in Oro quanto Conviene



I risparmiatori, piccoli o grandi che siano, cercano sempre di diversificare i loro investimenti e ridurre i rischi. In particolare, cercano i cosiddetti “beni rifugio” o che offrono prestazioni migliori quando il resto del mercato scende. Ma non solo. In questi anni i tassi d’interesse di conti correnti bancari, conti deposito e titoli di stato sono calati drasticamente. Abbiamo già parlato della convenienza di comprare casa per affittarla, oggi vogliamo parlare dell’ argomento INVESTIRE IN ORO.

L’oro come bene

Come ogni altro bene, il prezzo dell’oro è determinato dall’offerta e dalla domanda. La maggior parte dell’oro del mondo proviene dall’estrazione di rocce dure , ma può anche essere prodotta usando metodi di estrazione mineraria o come sottoprodotto dell’estrazione del rame. La Cina, l’Australia e la Russia sono tra i maggiori produttori di oro al mondo.

LEGGI ANCHE : Come crearsi una rendita vitalizia

Quando si tratta di domanda, l’uso principale dell’oro è per la produzione di gioielli. Ma è anche usato nell’industria aerospaziale, medicina, odontoiatria ed elettronica .I governi e le banche centrali sono compratori di oro. Attualmente, gli Stati Uniti sono il maggior detentore di oro, mentre la Germania è al secondo posto e il Fondo monetario internazionale è al terzo posto. Gli investitori privati ​​sono anche interessati all’acquisto di oro e trattano l’ acquisto di oro come investimento .

GRAFICO-ORO

Perché si investe nell’ oro

Invece di avere soldi in contanti, gli investitori possono acquistare oro quando si aspettano una recessione, un’incertezza geopolitica, un’inflazione o un deprezzamento di una valuta . A volte lo considerano una “copertura” dall’ abbassamento del mercatoo. Non è sempre possibile prevedere eventi indesiderati, quindi è logico tenere attive delle posizioni che ci “proteggono” dalle fluttuazioni del mercato azionario, obbligazionario.

Negli ultimi 40 anni, l’oro ha registrato guadagni significativi dal 1978 al 1980 e dal 1999 al 2011. Ha sofferto negli anni ’90 e dopo il 2011. I timori di inflazione e recessione hanno portato l’oro ai massimi del 1980, mentre diversi eventi hanno fatto sì che l’oro fosse scambiato più in alto dopo 1999. Gli attacchi dell’11 settembre e la guerra in Iraq hanno tenuto il prezzo più alto fino al 2003. Gli acquisti di assicurazioni sono stati alla base della mossa dell’oro verso la recessione del 2007. Ha continuato il suo trend rialzista quando il mercato si è ridotto, con l’incertezza economica come tema principale. Problemi in Europa, debolezza del dollaro USA, preoccupazioni per la ripresa economica hanno mantenuto il prezzo dell’oro alto fino al 2011.

Le quotazioni dell’ oro non vanno sempre bene. Ha sofferto negli anni ’90 a causa del crescente PIL statunitense, degli aumenti dei tassi d’interesse nel 1995 e di una politica fiscale severa. Dopo il 2011, la forza del dollaro americano e dell’economia statunitense ha danneggiato l’oro. In quel momento il mercato azionario è iniziato a salire in maniera vorticosa e gli investitori non erano così interessati a possedere oro come assicurazione.

Acquista oro fisicamente Monete o Lingotti

Se vuoi investire in oro uno dei modi migliori è acquistando gioielli di questa materia prima oppure monete o lingotti . Il valore dei lingotti e delle monete si avvicina molto alla quotazione dell’oro nell’ istante in cui li compriamo. Differente invece il valore dei gioielli, molto piu’ alto, a meno che non li compriamo usati da privati.

leggi anche: Investire in monete rare

Il lingotto non ha alcun valore artistico, il che lo rende diverso dai gioielli o dalle monete numismatiche . Per acquistare lingotti d’oro devi pagare un premio sul prezzo dell’oro che può essere compreso tra il 3 e il 10 percento. Dovrai anche usare un caveau o una cassetta di sicurezza per conservarlo, meglio non tenerlo in casa.

Puoi comprare l’oro fisicamente recandoti in una gioielleria. Prima di acquistare, assicurati che il prezzo sia giusto, che l’oro sia reale e testato e che tu non stia pagando un premio più alto per le monete da collezione.

Come faccio a rivendere l’oro?

Lo puoi vendere ad un altro privato oppure in gioielleria o nei vari “compro oro”. Attenzione, quando lo andrai a rivendere non riceverai un prezzo adeguato alla quotazione di quel momento, ma piu’ basso, specialmente se ti rivolgi a gioiellerie. Si tratta di un bene, quindi vige la legge della “domanda ed offerta” quindi il prezzo, a prescindere dalle quotazioni, lo fa sempre il mercato.

Oro 24K e 18K

spesso vediamo la dicitura oro 24K, la “k” corrisponde a “carati”, oppure 18K. Cosa significa? L’oro 24 K è quello allo stato puro, utilizzato nei lingotti d’oro. L’oro 18K, ma anche 24K o 9K è quello usato per realizzare i gioielli perchè fuso con altre leghe, piú malleabile.

L’oro a 18 carati significa anche una percentuale di 750 parti d’oro su 1000. infatti se guardi sugli oggetti d’oro è stampato un piccolo marchio dove vi è impresso il nome, indicato con una sigla, della fabbrica che l’ha costruito ed il “titolo”, 750 per oro 18 K.

Compra i future sull’oro

I contratti futures sono contratti standardizzati che si scambiano su quasi tutte le borse azionarie mondiali. Consentono a un titolare di acquistare o vendere un contratto legato all’ andamento di un sottostante, in questo caso l’oro.

Le controparti che sottoscrivono un future si impegnano a scambiarsi, in una data prefissata e ad un prezzo (futures price) definito dal contratto, l’ammontare di oro sottostante al contratto, il cui prezzo si forma sul relativo mercato. Chi acquista il future assume una posizione lunga; egli deve acquistare, a scadenza, l’attività sottostante al contratto, oppure può chiudere la propria posizione vendendo un future analogo a quello acquistato, prima della scadenza. Analogamente, chi vende un future assume una posizione corta e si impegna a consegnare a scadenza l’attività sottostante, oppure chiude la propria posizione prima della scadenza acquistando un contratto analogo a quello venduto. Un aumento del prezzo del future genera profitti per chi assume una posizione lunga e perdite per chi assume una posizione corta.

Si tratta in praitca di una “scommessa” che fate sul futuro prezzo dell’ oro, sia al ribasso che al rialzo. E’ un investimento molto rischioso.

Per comprare un “future” devi aprire un conto corrente che vi permetta di fare questo tipo di operazioni di trading.

ETF ed ETC legati all’ ORO

Se non vuoi esporti ad un rischio così alto come nel caso dei future puoi optare per gli ETF ( Exchange Traded Fund) sull’oro. Invece di possedere contratti future e prestare attenzione al margine di mantenimento, è possibile acquistare FONDI ETF legati all’ andamento delle quotazioni dell’oro .

Gli ETF sono scambiabili in borsa, distribuiscono dividendi e possono essere acquistati anche a piccoli tagli di poche centinaia di euro. Al loro interno, a noi invisibili, troviamo le spese di gestione del fondo che possono arrivare anche al 2-3%.Gli ETF sono composti da società legate all’estrazione mineraria dell’ oro.

GLI ETC invece sono Exchange Traded Commodities legati proprio all’andamento della materia prima, in questo caso l’oro.

 

Investire in AZIONI su società di estrazione dell’oro

Un investimento in società di estrazione dell’oro offre esposizione all’oro, ma l’esposizione è a volte limitata . Queste società comportano rischi operativi, che possono rompere una correlazione con il prezzo dell’oro .
Le società di questo tipo sono sempre a rischio di default e le loro azioni possono assumere andamenti legati anche a problemi geopolitici o economici del business aurifero.

Conslusioni

Gli ETF e gli ETC sembrano essere il modo migliore per investire nell’ oro. Se volete speculare al massimo, ma rischiare moltissimo ci sono i FUTURE oppure leggete l’articolo sulle CRIPTOVALUTE.

Monete e Lingotti d’oro rappresentano un’alternativa per coloro che vogliono portare con se’ un qualcosa di valore, qualcosa di tangibile che potrebbe veramente reggere a qualsiasi fare depressiva monetaria, bancaria o azionaria.

Se ti è piaciuto Condividi...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone

Una risposta

  1. alessio prosperini ha detto:

    un articolo completo veramente ben fatto complimenti, personalmente investo in ORO sempre quando ci sono periodi di incertezza o dove non si sa dove mettere soldi, anche pochi come nel mio caso. Ovviamente si tratta di investimenti a lungo termine, a breve possono essere considerati tali se si investe in un periodo in cui le quotazioni dell’ oro sono scese parecchio e si attende una risalita a breve

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.