Lavoro all’estero per i Giovani dove trovarlo



E’probabilmente l’argomento preferito dai ragazzi, ma non solo. Parliamo del lavoro all’estero. In un momento di profonda crisi e di sfiducia, le speranze vengono spesso riposte nella cara e vecchia emigrazione. Lo hanno fatto i nostri nonni, i padri e mai come in questo periodo si è vista una così netta ripresa dell’ fuoriuscita di forza lavoro verso altre nazioni.

Secondo l’Istat la metà dei flussi verso l’estero si concentra in quattro paesi:  Regno Unito, Germania, Svizzera e la Francia. Come prevede la direttiva europea 94-33 non possono lavorare in Ue ragazzi con età inferiore ai 15 anni , salvo per particolari impieghi culturali. Una volta superata questa età, essendo cittadini italiani, possiamo andare a cercare fortuna in uno dei paesi dell’ Unione Europea.

lavoro_estero

Dove trovare lavoro

Per quel che riguarda i ragazzi con età compresa tra 18 e 35 anni c’è il progetto YFEJ, ovvero your first eures job, a cui partecipa anche l’italia. E’ un progetto della comunità europeo che finanzia le aziende nell’ assunzione di ragazzi stranieri. Se siete interessati a fare un’esperienza di lavoro all’ estero dovete compilare questo compilare questo FORM, dopodichè vi consigliamo anche di creare un account sul portale EURES (European Employment Services – Servizi europei per l’impiego).

A questo punto le aziende interessate alle vostre competenze potrebbero contattarvi, ma è comunque meglio tornare sui portali per controllare le offerte presenti di volta in volta.

Gli stage fuori dall’ Italia

Ci sono tanti ragazzi che hanno anche voglia di fare stage all’ estero, anche solo per imparare la lingua, oppure per fare un’esperienza di vita. Abbiamo già parlato dei campi lavoro all’estero. Il servizio civile volontario internazionale ha tantissimi progetti per ragazzi con età compresa tra 18 e 30 anni, consultate questa mappa e scegliete la nazione che fa per voi per vivere qualche settimana all’estero aiutando persone in difficoltà. Ci sono tantissime opportunità in Europa, Asia, Africa e America. Si possono aiutare i bambini disabili oppure ci sono i campi lavoro nei parchi o addirittura la ricostruzione di villaggi medievali in Inghilterra. Non sono previste retribuzioni, ma vitto e alloggio.

Lavoro ben retribuito

è chiaro che maggiore sarà la vostra professionalità migliore sarà la retribuzione. Al momento i paesi che “pagano di piú” in Europa sono Germania ed Inghilterra. In quest’ultimo caso però , con l’arrivo della Brexit, i cittadini italiani sono considerati extracomunitari. In Germania la disoccupazione è al 4%, il lavoro ce n’è parecchio. Un infermiere professionista guadagna tranquillamente 2800 euro al mese, un operaio 2300. In questo momento e anche per il futuro, gli impieghi che hanno a che fare con la salute e la cura delle persone, non conosceranno crisi.

Per chi ha piú di 40 anni

coloro che perdono il lavoro in età avanzata, a 40 anni ma anche a 50 è un bel problema. Chi è che prende a lavorare un uomo o una donna di questa età, magari con figli ed altre problematiche? In effetti è vero, ma non è sempre così. Dipende dalla vostra specializzazione, dal campo su cui puntare. Siete piú consapevoli, meno “sfruttabili”, ma conoscete il mestiere. Fate quindi leva su questa cosa, specializzatevi il piú che potete.

All’estero la situazione, rispetto all’ Italia è migliore. Ci sono diversi programmi di reinserimento per persone non piú giovani che hanno perso il lavoro. Ad esempio, consultando questo sito potete scoprire dove ci sono le migliori richieste per madrelingua italiani. Questo portale è dedicato agli over40 , ci sono proposte di lavoro e la lista dei punti d’ascolto di varie città italiane dove cercare aiuto lavorativo. Eures è un altro ottimo portale da tenere spresso d’occhio perchè vengono pubblicate le offerte in Europa per vari impieghi, spesso senza limiti di età.


Se ti è piaciuto Condividi...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone

Una risposta

  1. Chiara ha detto:

    Ciao! Volevo dirti che apprezzo molto la tua iniziativa e ti stimo. Potrei, per piacere, avere un elenco (anche privatamente via mail) dei posti più convenienti dove fare la spesa a Roma, non troppo periferici? Siamo una giovane coppia di studenti, vorremmo appunto iniziare a convivere, ma sopravviviamo con poco (rispetto a tutti i nostri coetanei che sono super consumisti). Vorrei sapere se esistono, non lontanissimo dal centro, posti economici dove fare la spesa o comprare prodotti per la casa/cura personale o anche mercatini. Te ne sarei infinitamente grata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.