Lavorare negli Usa ecco come Fare e le Opportunità



Gli Stati Uniti sono sempre stati il sogno lavorativo per molti italiani. Tanti concittadini ,nel corso dei decenni passati, si sono trasferiti negli Usa in un flusso migratorio che ha toccato l’apice ad inizio del secolo scorso. Le città preferite Ney York, ma anche Miami, Los Angeles, Chicago. Insomma le grandi metropoli. Una grande comunità di italiani si è stabilita anche in Canada, a Toronto. Insomma il desiderio è diventato per molti realtà.

In tempi di crisi tanti giovani sognano ancora di poter andare a lavorare negli Usa. Non è una cosa facile, perchè il governo statunitense è molto chiuso nei confronti del lavoratori stranieri. A meno che non vogliate lavorare “al nero”, ma rischiate seriamente di essere rimpatriati e di non poter piú mettere piede in territorio americano.

Quindi meglio fare le cose per bene, rispettare le regole, perchè chi sgarra paga.

I permessi per lavorare negli Usa

. Per lavorare negli Stati Uniti, è necessario disporre di uno dei seguenti documenti:

  • La carta verde, la famosa green card
  • Un documento di autorizzazione al lavoro
  • Un visto relativo all’occupazione che ti consente di lavorare per un determinato datore di lavoro.

Ciascuno dei documenti sopra elencati ha requisiti applicativi diversi. Per richiedere uno dei tre documenti sopra elencati, è necessario soddisfare requisiti diversi. Se la domanda viene approvata, le condizioni che devi soddisfare e per quanto tempo puoi lavorare negli Stati Uniti dipenderanno dal fatto che tu riceva una carta verde, un permesso di lavoro o un visto.

MAGGIORI INFORMAZIONI

Green card

la green card si può ottenere in diversi modi. Il modo piú veloce per averla è quello di sposarsi un cittadino statunitense. Si può altrimenti partecipare attraverso il SITO UFFICIALE DEL GOVERNO USA alla LOTTERY, lotteria (ogni anno vengono estratte alcune decine di migliaia di green card a chi ne fa richiesta). A livello mondiale il tasso di vittoria è pari a: 0.39% quindi per ogni 1000 partecipanti solo 4 hanno vinto.

lavoro-negli-usa

Ogni anno verso inizio ottobre si apre la raccolta delle partecipazioni sul sito sopra indicato. Sarà possibile inviare i propri dati per circa un mese. Dopo di che la raccolta viene chiusa e non sarà più possibile partecipare fino all’anno successivo.

Oppure possiedi

  • abilità straordinarie nelle scienze, nelle arti, nell’istruzione, negli affari o nell’atletica leggera, leggi anche la classifica dei lavori piú richiesti nel mondo
  • Sei un professore o un ricercatore eccezionale
  • Sei un dirigente o dirigente multinazionale che soddisfa determinati criteri

O ancora stai investendo almeno 1 milione di dollari (o 500.000 dollari in un’area occupata mirata) in una nuova impresa commerciale negli Stati Uniti che creerà posizioni a tempo pieno per almeno 10 dipendenti qualificati.

Lavoratore temporaneo

Un lavoratore temporaneo è una persona che cerca di entrare temporaneamente negli Stati Uniti per uno scopo specifico. Gli immigranti entrano negli Stati Uniti per un periodo temporaneo e, una volta negli Stati Uniti, sono limitati all’attività o alla ragione per cui è stato rilasciato il visto di non immigrazione.

Affinché tu possa venire legalmente negli Stati Uniti come non immigrato per lavorare temporaneamente negli Stati Uniti, il tuo potenziale datore di lavoro deve generalmente presentare una petizione per non immigranti a tuo nome presso l ‘ USCIS U.S. Citizenship and Immigration Services , un particolare dipartimento per l’immigrazione .

Le principali classificazioni dei lavoratori temporanei non immigranti sono elencate in una tabella e riguardano molti settori (ad esempio lavoratori agricoli, nella moda, infermieri, giornalisti, atleti, artisti ecc.).

Lavoratore permanente (immigrato)

Un lavoratore a tempo indeterminato è una persona autorizzata a vivere e lavorare in modo permanente negli Stati Uniti. Circa 140.000 visti per immigrati sono disponibili ogni anno fiscale per gli stranieri (e i loro coniugi e figli) che cercano di immigrare in base alle loro capacità lavorative.

Se hai la giusta combinazione di competenze, istruzione e / o esperienza lavorativa e sei altrimenti idoneo, potresti essere in grado di vivere permanentemente negli Stati Uniti. 

Ad esempio devi essere in grado, al momento della presentazione della domanda, di svolgere manodopera non qualificata (che richiede meno di 2 anni di formazione o esperienza), che non è di natura temporanea o stagionale, per la quale lavoratori qualificati non sono disponibili nella Stati Uniti.

Oppure anche in questo caso devi possedere abilità eccezionali nelle arti, nelle scienze o negli affari.

Certificazione del lavoro

Alcune preferenze sui visti per immigrati richiedono che tu abbia già un’offerta di lavoro da un datore di lavoro degli Stati Uniti. Questo datore di lavoro sarà considerato il tuo sponsor. Per alcune categorie di visti, prima che il datore di lavoro americano possa presentare una domanda all’USCIS, il datore di lavoro deve ottenere una certificazione del lavoro approvata dal Dipartimento del Lavoro degli Stati Uniti (DOL). La certificazione del lavoro DOL verifica quanto segue:

  • Non vi sono sufficienti lavoratori statunitensi disponibili, qualificati e disponibili a ricoprire la posizione offerta al salario prevalente
  • L’assunzione di un lavoratore straniero non influirà negativamente sui salari e sulle condizioni di lavoro dei lavoratori statunitensi assimilati

Studenti e visitatori in programmi di scambio

Gli studenti e i visitatori che arrivano nell’ orbita di programmi di scambi culturali possono, in determinate circostanze, essere autorizzati a lavorare negli Stati Uniti. Devono ottenere l’autorizzazione da un funzionario autorizzato nella loro scuola. Il funzionario autorizzato è noto come Funzionario della scuola progettata (DSO) per gli studenti e il Responsabile (RO) per i visitatori dello scambio.

Il J1 è un visto lavorativo che permette di lavorare per un periodo di tempo determinato negli US. Rispetto ad altre tipologie di visto, esso è uno dei più semplici da ricevere per ragazzi. Infatti, il J1 è per studenti o recentemente laureati che vogliono fare un’esperienza di apprendistato della lunghezza massima di 18 mesi negli US.

Il J1 è conosciuto come visto rilasciato a studenti stranieri in università statunitensi così che possano studiare negli US e fare stage durante o appena dopo gli studi. È forse meno risaputo che è possibile ricevere il visto J1 anche se non si ha mai studiato negli US. Infatti, è ottenibile qualora si abbia un’offerta di stage da parte di un’azienda statunitense. Considerando ciò, gran parte delle offerte di stage negli Stati Uniti che prima ti sembravano inaccessibili per motivi legati al visto, non lo saranno più perché una volta ottenuta l’eventuale offerta di stage, sarà possibile richiedere il visto.

Volontariato in Usa

Ci sono diverse associazioni che sono certificate per far entrare in Usa volontari che daranno una mano per aiutare in determinate aree colpite da alluvioni, incendi, terremoti ecc. La piú famosa è All Hands and Hearts[ he organizza programmi di volontariato in tutto il mondo con particolare attenzione a progetti di ricostruzione di località impattate da disastri naturali.CLICCATE QUI PER MAGGIORI INFORMAZIONI.

Si può entrare in Usa anche attraverso il VIE Volontariat International en Entreprise, un programma sviluppato dal governo francese per permettere a giovani cittadini europei di lavorare dai 6 ai 24 mesi all’estero in aziende francesi. Attenzione però a non farsi ingannare dal nome, non si tratta di volontariato. Infatti, una missione VIE è ben remunerata.

Visitatori temporanei per affari

Per visitare gli Stati Uniti per motivi di lavoro, dovrai ottenere un visto come visitatore temporaneo per lavoro (visto B-1), a meno che non ti qualifichi per l’ammissione senza un visto ai sensi del Visa Waiver Program. Per ulteriori informazioni sugli argomenti sopra, seleziona la categoria relativa alla tua situazione a sinistra.

Informazioni per datori di lavoro e dipendenti

I datori di lavoro devono verificare che una persona che intendono assumere o continuare a lavorare negli Stati Uniti sia autorizzata ad accettare un lavoro negli Stati Uniti. Individui, come quelli che sono stati ammessi come residenti permanenti, che hanno ottenuto lo status di asilo o rifugiato, o ammessi nelle classifiche non immigranti legate al lavoro, possono avere un’autorizzazione di lavoro come diretta conseguenza del loro status di immigrazione. Altri stranieri potrebbero dover presentare domanda individuale per l’autorizzazione al lavoro.

Se ti è piaciuto Condividi...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.